La Società Canottieri Genovesi, fondata nel 1876 dai fratelli Brown,
è stata una tra le più antiche società appartenenti al Rowing Club Italiano.

Ha assunto la denominazione di Società Canottieri Genovesi “Elpis” il 4 settembre 1902; l’anno seguente, il 21 dicembre 1903, l’Assemblea Generale dei Soci approvò lo Statuto in gran parte tuttora vigente. “La Società si prefigge di coltivare a scopo ginnico e turistico l’esercizio della voga e di favorire, promuovere e partecipare alle regate a remi”: questo è quanto recita l’Articolo 1 dello Statuto che ha guidato il Sodalizio dalla fondazione fino ai giorni nostri e che costituisce il più importante fondamento per gli anni a venire.

Ha la sua prima e storica sede in un barcone galleggiante ormeggiato in Darsena, nel Porto Vecchio di Genova. Nel 1930 venne costruita la Sede nel Porticciolo Duca degli Abruzzi, il punto di riferimento per centinaia di genovesi amanti del remo. Sono gli anni della visita di Gabriele D’Annunzio, dei Principi Maria Josè e Umberto di Savoia e di diverse personalità dell’epoca, italiane e straniere. Totalmente distrutta nel bombardamento del 4 settembre 1944, la Sede è stata poi ricostruita, regalando nuovamente ai canottieri genovesi l’illustre edificio di un tempo, e terminata nel 2002 in occasione del Centenario della Società e dei Campionati Mondiali Under 23 organizzati presso il Campo di Regata di Genova Prà.

Nell’ultimo decennio, l’Elpis ha ottenuto grandi risultati agonistici, culminati con la vittoria del Campionato Mondiale di Coastal Rowing e con le medaglie di alcuni dei nostri atleti nell’ambito della Coppa del Mondo, dei Mondiali, degli Europei e dei Campionati Italiani.